Novità dallo studio

Scadenziario febbraio 2020

 Sabato 1 febbraio (slitta a lunedì 3)


  • IVA: per i soggetti con partita IVA scade il termine iniziale per la presentazione telematica, diretta ovvero tramite un intermediario abilitato (comprese le società del gruppo), della dichiarazione annuale IVA relativa all'anno precedente.

    Il termine finale di presentazione scade il 30 aprile.

    Gli eventuali crediti IVA per un importo superiore a 5.000,00 euro possono essere utilizzati in compensazione nel modello F24 a decorrere dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione.


 Lunedì 17 febbraio


  • Contributi INPS lavoratori dipendenti: per i datori di lavoro scade il versamento dei contributi relativi al mese precedente.

  • Contributi INPS artigiani e commercianti: per i soggetti iscritti alla gestione artigiani o commercianti dell’INPS scade il versamento rata dei contributi previdenziali compresi nel minimale di reddito (c.d. “fissi”) relativa al trimestre ottobre-dicembre 2019.

  • Contributi INPS ex L. 335/95: per i soggetti che hanno erogato compensi a collaboratori coordinati e continuativi scade il versamento del contributo INPS sui compensi per collaborazioni coordinate e continuative erogati nel mese precedente.
  • Contributo INPS ex L. 335/95: per soggetti che hanno erogato compensi a lavoratori autonomi occasionali scade il versamento del contributo INPS sui compensi erogati nel mese precedente, a condizione che il reddito annuo derivante da tali attività sia superiore a 5.000,00 euro e solo per la parte eccedente tale limite.

  • Addizionale regionale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento della rata dell’addizionale regionale all'IRPEF relativa ai conguagli di fine anno dei redditi di lavoro dipendente e assimilati.

  • Addizionale regionale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento addizionale regionale all'IRPEF relativa ai conguagli effettuati nel mese precedente per cessazione dei rapporti di lavoro dipendente e assimilati.

  • Addizionale comunale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento della rata dell’addizionale comunale IRPEF relativa ai conguagli di fine anno dei redditi di lavoro dipendente e assimilati.
  • Addizionale comunale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento addizionale comunale IRPEF relativa ai conguagli effettuati nel mese precedente per cessazione dei rapporti di lavoro dipendente e assimilati.

  • IRPEF - versamento delle ritenute: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi di lavoro dipendente, comprese le indennità per la cessazione del rapporto di lavoro (es. TFR).
  • IRPEF - versamento ritenute: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi assimilati al lavoro dipendente scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente.

  • IRPEF - versamento ritenute: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro autonomo o redditi diversi scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi di lavoro autonomo e sui redditi diversi ex art. 67 co.1 lett. l) del TUIR.

  • IRPEF e IRES - versamento ritenute: per i sostituti d’imposta che corrispondono provvigioni scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sulle provvigioni inerenti a rapporti di commissione, agenzia, mediazione, rappresentanza di commercio e procacciamento di affari.

  • IVA: per i Soggetti con partita IVA a regime mensile scade il liquidazione dell’IVA relativa al mese precedente e versamento dell’IVA a debito.

 Giovedì 20 febbraio


  • Contributi ENASARCO: per i committenti di agenti e rappresentanti scade il versamento in via telematica dei contributi dovuti sulle provvigioni relative al trimestre ottobre-dicembre.


 Martedì 25 febbraio


  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie scade la presentazione telematica dei modelli INTRASTAT relativi al mese di gennaio, in via obbligatoria o facoltativa.

  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie e che nel mese di gennaio hanno superato la soglia per la presentazione trimestrale dei modelli INTRASTAT scade la presentazione telematica dei modelli INTRASTAT, appositamente contrassegnati, relativi al mese di gennaio, in via obbligatoria o facoltativa.

 Venerdì 28 febbraio 


  • Contributi INPS: per gli imprenditori che applicano il regime fiscale forfetario scade il termine per presentare all’INPS, in via telematica, l’apposita dichiarazione per fruire per il 2020 del regime contributivo agevolato, in caso di nuova attività iniziata nel 2019.

    In relazione ai soggetti che hanno già beneficiato del regime agevolato per il 2019, l’agevolazione si applicherà anche nel 2020:

    • ove permangano i requisiti;
    • salvo espressa rinuncia del beneficiario.
  • IRPEF, relative addizionali e imposte sostitutive: per il datore di lavoro o committente sostituto d’imposta scade il termine per l’effettuazione del conguaglio di fine anno precedente, in relazione ai redditi di lavoro dipendente e assimilati (es. collaboratori coordinati e continuativi).


 Sabato 29 febbraio (slitta a lunedì 2 marzo)


  • IVA: per i soggetti passivi IVA e consumatori finali scade il termine per aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle proprie fatture elettroniche reso disponibile dall'Agenzia delle Entrate. 

    L’adesione avviene avvalendosi delle apposite funzionalità disponibili:

    • sul portale “Fatture e corrispettivi”, da parte dei soggetti passivi IVA;
    • nella propria area riservata di "Fisconline", da parte dei consumatori finali.
  • IVA: per i soggetti soggetti passivi IVA, non esonerati dall'effettuazione delle liquidazioni periodiche o dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale scade il termine per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate, direttamente o tramite un intermediario abilitato (comprese le società del gruppo), dei dati delle liquidazioni periodiche IVA relative al trimestre ottobre-dicembre 2019. I contribuenti trimestrali presentano un unico modulo per ciascun trimestre; quelli mensili, invece, presentano più moduli, uno per ogni liquidazione mensile effettuata nel trimestre.

    La comunicazione in esame può non essere presentata se, entro lo stesso termine, viene presentata la dichiarazione annuale IVA relativa all'anno precedente. Per i soggetti passivi IVA, non esonerati dall'effettuazione delle liquidazioni periodiche o dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale.

  • Imposta di bollo: per i soggetti che assolvono l’imposta di bollo in modo virtuale scade il termine per il versamento della prima rata bimestrale. Il versamento deve avvenire con il modello F24.
  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie scade la presentazione telematica dei modelli INTRASTAT relativi al mese di gennaio, in via obbligatoria o facoltativa.

  • IVA: per i soggetti obbligati a trasmettere i corrispettivi telematici scade il termine per la trasmissione diretta o tramite intermediario abilitato dei corrispettivi mensili relativi al mese di gennaio.