Approfondimenti

Scadenziario gennaio 2020

 Giovedì 10 gennaio


  • Contributi INPS: per i datori di lavoro domestico scade il versamento, in via telematica o mediante bollettino MAV, dei contributi relativi al trimestre ottobre-dicembre 2019.

 Mercoledì 16 gennaio


  • Addizionale regionale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento addizionale regionale all'IRPEF relativa ai conguagli effettuati nel mese precedente per cessazione dei rapporti di lavoro dipendente e assimilati.

  • Addizionale comunale IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente e assimilati scade il versamento addizionale comunale IRPEF relativa ai conguagli effettuati nel mese precedente per cessazione dei rapporti di lavoro dipendente e assimilati.

  • Contributi INPS lavoratori dipendenti: per i datori di lavoro scade il versamento dei contributi relativi al mese precedente.
  • Contributo INPS ex L. 335/95: per i soggetti che hanno erogato compensi a collaboratori coordinati e continuativi scade il versamento del contributo INPS sui compensi per collaborazioni coordinate e continuative erogati nel mese precedente.

  • Contributo INPS ex L. 335/95: per i soggetti che hanno erogato provvigioni per vendite a domicilio scade il versamento del contributo INPS sul 78% delle provvigioni erogate nel mese precedente.

    L’obbligo contributivo si applica solo qualora il reddito annuo derivante da tali attività sia superiore a 5.000,00 euro e solo per la parte eccedente tale limite.

  • Contributo INPS ex L. 335/95: per i soggetti che hanno erogato compensi a lavoratori autonomi occasionali scade il versamento del contributo INPS sui compensi erogati nel mese precedente, a condizione che il reddito annuo derivante da tali attività sia superiore a 5.000,00 euro e solo per la parte eccedente tale limite.

  • IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro dipendente scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi di lavoro dipendente, comprese le indennità per la cessazione del rapporto di lavoro (es. TFR).

  • IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi assimilati al lavoro dipendente scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente.
  • IRPEF: per i sostituti d’imposta che corrispondono redditi di lavoro autonomo o redditi diversi scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sui redditi di lavoro autonomo e sui redditi diversi ex art. 67 co. 1 lett. l) del TUIR.

  • IRPEF e IRES: per i sostituti d’imposta che corrispondono provvigioni scade il versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente sulle provvigioni inerenti a rapporti di commissione, agenzia, mediazione, rappresentanza di commercio e procacciamento di affari.
  • IVA: per i soggetti con partita IVA con regime mensile scade la liquidazione dell’IVA relativa al mese precedente e versamento dell’IVA a debito.


 Venerdì 25 gennaio


  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazione intracomunitarie scade il termine di presentazione telematica dei modelli INTRASTAT relativi al mese di dicembre, in via obbligatoria o facoltativa.

  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie scade la presentazione telematica dei modelli INTRASTAT relativi al trimestre ottobre dicembre, in via obbligatoria o facoltativa.

  • IVA: per i soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie e che nel mese di dicembre hanno superato la soglia per la presentazione trimestrale dei modelli INTRASTAT scade il termine per la presentazione telematica dei modelli INTRASTAT, appositamente contrassegnati, relativi ai mesi di novembre e dicembre, in via obbligatoria o facoltativa.


 Mercoledì 30 gennaio


  • Imposta di registro: per il locatore/locatario scade il termine per la registrazione nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza inizio mese e pagamento della relativa imposta.

    Versamento dell’imposta anche per i rinnovi e le annualità di contratti di locazione con decorrenza inizio mese.


 Giovedì 31 gennaio


  • Imposte dirette: per gli imprenditori individuali, società ed enti commerciali “solari” scade il termine per la redazione e sottoscrizione dell’inventario relativo all'esercizio 2018.

  • Imposte dirette: per i contribuenti “solari” che tengono la contabilità con sistemi meccanografici o elettronici scade il termine per la stampa su carta delle scritture contabili relative all’esercizio 2018.
    La tenuta con sistemi elettronici dei registri IVA degli acquisti e delle vendite (di cui agli artt. 23, 24 e 25 del DPR 633/72) è, in ogni caso, considerata regolare in difetto di trascrizione su supporti cartacei nei termini di legge, se in sede di accesso, ispezione o verifica gli stessi risultano aggiornati sui predetti sistemi elettronici e vengono stampati a seguito della richiesta avanzata dagli organi procedenti ed in loro presenza.
  • Tributi: per i contribuenti “solari” che conservano documenti o registri in forma informatica scade il termine per concludere il processo di conservazione informatica dei documenti:

    • relativi all'anno 2018;
    • mediante l’apposizione, sul pacchetto di archiviazione, di un riferimento temporale opponibile ai terzi.

    In generale, la conclusione del processo di conservazione informatica dei documenti deve avvenire entro tre mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.

  • IRPEF e relative addizionali: per i medici e altri professionisti sanitari, farmacie e altre strutture sanitarie, o soggetti dagli stessi delegati scade il termine per la trasmissione telematica, al Sistema Tessera Sanitaria del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ai fini della precompilazione dei modelli 730/2019 e REDDITI 2019 PF, dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute nel 2018 e ai rimborsi effettuati nel 2018 per prestazioni non erogate o parzialmente erogate. 

  • Imposta di bollo: per i soggetti autorizzati all'assolvimento dell’imposta di bollo in modo virtuale scade il termine per la presentazione all'Agenzia delle Entrate, mediante trasmissione telematica diretta o tramite intermediari, della dichiarazione contenente i dati e le informazioni relative agli atti e ai documenti emessi nell'anno precedente, al fine di: 

    • liquidare l’imposta di bollo ancora dovuta per l’anno precedente;
    • procedere alla liquidazione provvisoria dell'imposta di bollo dovuta in modo virtuale per l'anno in corso.

           Tale dichiarazione comprende anche gli atti presentati all'ufficio del Registro delle Imprese su supporto             magnetico o trasmessi in via telematica.

  • IRPEF e IRES: per i preponenti di agenti e rappresentanti scade il termine per consegnare all'agente o rappresentante un estratto conto delle provvigioni maturate nel trimestre ottobre-dicembre 2019 e pagare le suddette provvigioni.

  • IVA: per i soggetti obbligati a trasmettere i corrispettivi telematici scade il termine per la trasmissione diretta o tramite intermediario abilitato dei corrispettivi mensili relativi al mese di dicembre.